Il Ginkgo Biloba è un’erba umile con una ricca potenza

Il Ginkgo Biloba è un’erba umile con una ricca potenza
Immagine: Frogtravel | Dreamstime
Victoria Mamaeva
Pharmaceutical Specialist

Ginkgo Biloba è stato utilizzato in medicina in Cina per centinaia di anni.

Questo albero più antico del mondo contiene molti componenti preziosi che hanno un effetto benefico sul corpo umano. Migliorano le capacità mentali, rigenerano le cellule della pelle, migliorano la circolazione periferica.

Ginkgo Biloba, noto anche come Ginkgo cinese, Ginkgo giapponese. (Ginkgo biloba L.) è un albero appartenente alla famiglia dei ginkgo. Ci sono circa 200 delle sue varietà. Alcuni di loro sono: Boleslav il Coraggioso, Fastigiata, Mariken, Saratoga, così come Variegata, questa pianta longeva proviene dal sud-est della Cina e successivamente è stata portata in altri paesi, tra cui l’Europa.

Il Ginkgo biloba non è molto esigente. Si sviluppa in luoghi leggermente ombreggiati (non tollera l’oscuramento e il vento molto forti), nonché in luoghi soleggiati. Ama la luce e il terreno: ben drenato, fertile e umido, ma non cresce bene su quelli sabbiosi. Dopo il taglio, l’albero non ha problemi di rigenerazione.

Yoga – un’attività per l’anima e il corpo
Yoga – un’attività per l’anima e il corpo

Resistente a: temperature sotto zero, attacchi di parassiti e parassiti, elevata salinità della terra, nonché aria inquinata. La sua altezza può raggiungere più di 20 metri. Il Ginkgo viene coltivato in giardini, parchi e strade cittadine. Le sue foglie hanno una forma a ventaglio larga molto caratteristica. I semi gialli sembrano prugne.

Ginkgo è usato in erboristeria. In Cina e Giappone, i semi vengono mangiati, come cotti, e aggiunti a piatti di carne e verdure. Sono utilizzati anche nell’industria cosmetica. Il Ginkgo è anche piantato a scopo ornamentale. Le crescite su queste piante sono considerate un simbolo di fertilità e fertilità.

Ricca composizione

Ginkgo contiene vitamine C ed E. Tra i bioelementi, vale la pena evidenziare il selenio. Presenti anche: flavonoidi, carotene, fitosteroli, lattoni terpenici, bilobalidi, quercetina, kaempferolo, ramnosio, terpeni, ginkgolidi e glicosidi flavonici.

L’albero contiene anche: steroidi, isorammetina, olio di canfora, glucosio, polisaccaridi e proantocianidine. Sostanze presenti nel ginkgo: acidi 6-idrossichinurenico, ginkgolico, vanillico, caffeico, p-cumarico, ferulico e clorogenico.

Vantaggi del Ginkgo Biloba

Ginkgo biloba ha un effetto benefico sul sistema cardiovascolare

L’estratto di Ginkgo dilata i vasi sanguigni precedentemente ristretti. Le loro strutture sono ulteriormente rafforzate e la permeabilità è ridotta. Questo vale sia per le arterie che per le vene. L’uso del ginkgo è raccomandato per le violazioni dell’afflusso di sangue periferico.

Ginkgo biloba
Immagine: Carlespuche | Dreamstime

I ginkgolidi contenuti in questa pianta riducono la possibilità di aggregazione piastrinica, cioè hanno proprietà anticoagulanti e accelerano anche la circolazione sanguigna. L’estratto di foglie di Ginkgo, grazie ai flavonoidi in esso contenuti, migliora il flusso dei fluidi biologici ai vari organi del corpo umano, in primis al cuore e al cervello. L’uso di un infuso a base di questa pianta può abbassare la pressione sanguigna e prevenire l’insorgenza di gravi malattie cardiovascolari.

Ginkgo biloba protegge il cervello

L’estratto di foglie di Ginkgo ha un effetto benefico sul tessuto cerebrale. In primo luogo, protegge dall’ipossia. Le fornisce anche un adeguato apporto di sangue. Test su animali con sesquiterpentrilattone bilobalide nel ginkgo hanno mostrato una riduzione dell’edema cerebrale dovuto all’ischemia. Studi in vitro hanno dimostrato che l’estratto fogliare di questa pianta stimola la produzione di serotonina e dopamina.

Fobia: paura irrazionale
Fobia: paura irrazionale

L’estratto di Ginkgo può essere utilizzato negli anziani con deterioramento cognitivo. Colpisce la memoria e migliora la concentrazione. Ha anche un effetto positivo sulla psiche, migliorando il benessere e riducendo gli sbalzi d’umore. Consigliato per le persone con malattia di Alzheimer e per chi soffre di demenza senile.

Le sostanze contenute in questa pianta attivano anche la sintesi di adrenalina e dopamina. Mangiare ginkgo biloba riduce al minimo il rischio di ictus.

Ginkgo biloba inibisce il processo di invecchiamento delle cellule del corpo umano

Le foglie di Ginkgo sono ricche di flavonoidi. Questi antiossidanti combattono efficacemente i radicali liberi e quindi proteggono le membrane cellulari dai danni.

Previene inoltre l’insorgere di molte malattie e disturbi dei vari organi interni. L’estratto di Ginkgo ha proprietà antinfiammatorie e previene anche l’attivazione piastrinica (fattore PAF).

Ginkgo biloba
Immagine: Sofiaworld | Dreamstime

Grazie a ciò, ad esempio, è possibile evitare il broncospasmo, vari sintomi associati alle allergie, nonché pericolose malattie dei reni, del cuore, del sistema nervoso e respiratorio.

Ginkgo biloba rafforza il sistema immunitario e previene le infiammazioni

Le sostanze contenute in questa pianta influiscono sulla rigenerazione cellulare, quindi sono spesso utilizzate in cosmesi. Eliminano le rughe, donano alla pelle un aspetto più bello e giovane e rendono anche la pelle più soda ed elastica.

Come amare te stesso e non diventare una persona egoista
Come amare te stesso e non diventare una persona egoista

Le creme contenenti ginkgo biloba proteggono dai raggi UV.

Ulteriori benefici per la salute del Ginkgo Biloba:

  • Stimola il corpo a rimuovere le sostanze nocive da esso.
  • Gli studi sui topi hanno dimostrato che il ginkgo riduce il rischio di cancro in questi roditori.
  • Consigliato per acufeni e perdita dell’udito.
  • Funziona bene per le vertigini.
  • Riduce al minimo la comparsa della cellulite.
  • Ginkgo biloba è raccomandato per le donne in menopausa in quanto allevia il disagio della menopausa.
  • In passato, il ginkgo biloba era usato per curare l’asma.
  • L’uso del ginkgo aiuta a migliorare l’equilibrio durante i movimenti.
  • Il miglioramento della circolazione sanguigna e il conseguente maggiore afflusso di sangue alle cellule, nonché il miglioramento del benessere, contribuiscono alla riduzione della disfunzione erettile negli uomini e provocano un aumento del livello di libido.
  • Incluso nei cosmetici destinati alle persone con pelle couperose.
  • La fitoterapia consiglia di utilizzare questa pianta per la cosiddetta sindrome dei piedi freddi.

Questo è importante da sapere!

Le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero prima consultare il proprio medico prima di assumere i preparati di ginkgo biloba. È sconsigliato alle persone allergiche alle sostanze contenute nella pianta e a chi soffre di disturbi della coagulazione del sangue.

Inoltre, le persone che assumono farmaci anticoagulanti e coloro che reagiscono ad essi causando effetti collaterali dannosi non dovrebbero assumere il ginkgo.

1
Contenuto Condividere