La biotina è una vitamina B idrosolubile

La biotina è una vitamina B idrosolubile
Immagine: Siddharth Pandit | Dreamstime
Victoria Mamaeva
Pharmaceutical Specialist

Capelli secchi, unghie fragili o carnagione grigia sono problemi che non dovrebbero essere ignorati. Spesso vengono consigliati integratori di biotina, ma che cos’è e come funziona?

Non c’è da stupirsi che il nostro corpo sia considerato più intelligente di noi e ci dica cosa manca. Perdita di capelli, deterioramento della pelle e delle unghie: un segnale che può avvertirci di una carenza di biotina nel corpo. Tuttavia, ci sono molti modi per affrontarlo e persino prevenirlo.

Cos’è la biotina?

Biotina è stata scoperta per caso all’inizio del XX secolo durante la ricerca di una sostanza che supportasse il trattamento delle malattie della pelle.

Da qui la parola tedesca per Haut (pelle) deriva il suo nome originale, vitamina H. Oggi potresti anche imbatterti nel termine vitamina B7, poiché la biotina, insieme ad esempio all’acido folico e alla piridossina, appartiene alle vitamine del gruppo B, cioè quelle necessarie per il corretto funzionamento dell’organismo.

Proprietà

Innanzitutto, la biotina è molto solubile in acqua, il che significa che il sovradosaggio è quasi impossibile. Il suo eccesso verrà espulso dal corpo con l’urina. La sua seconda proprietà è l’elevata resistenza al calore: il trattamento termico non lo priva delle sue proprietà, come nel caso di molti nutrienti.

Biotin
Immagine: Ekaterina79 | Dreamstime

Tuttavia, la sua caratteristica più interessante è il fatto che il nostro corpo produce vitamina B7 nell’intestino, il che a sua volta significa che la sua carenza non è comune. Molto spesso ciò si verifica quando si osserva una dieta indifferenziata, durante il trattamento antibiotico e quando si utilizza la contraccezione ormonale.

La glutammina è uno dei 20 amminoacidi standard che compongono le proteine
La glutammina è uno dei 20 amminoacidi standard che compongono le proteine

Un ingrediente comune nel cibo quotidiano è la biotina, che si trova più comunemente in noci, mandorle, tuorli d’uovo, pomodori e funghi. La vitamina della giovinezza è presente anche in quantità minori in molti alimenti vegetali e animali.

Benefici della biotina

La biotina, nota come vitamina della pelle o della bellezza, agisce principalmente su pelle, capelli e unghie. Ciò è in gran parte dovuto all’elevato contenuto di molecole di zolfo, necessarie per la formazione della creatina, che a sua volta protegge e migliora il loro aspetto. La biotina regola anche l’attività delle ghiandole sebacee, che possono prevenire un’eccessiva caduta dei capelli. Regola anche il funzionamento della ghiandola tiroidea, che può anche avere effetti simili.

Tuttavia, va sottolineato che la caduta dei capelli può essere un sintomo di molte malattie non associate a carenza di biotina e, in caso di sua insorgenza cronica, soprattutto in presenza di altri sintomi, è necessario consultare un medico. La maggior parte delle persone che usano la biotina come integratore alimentare sperimentano un notevole miglioramento della condizione dei capelli e delle unghie dopo pochi mesi di uso regolare.

Lo iodio è uno degli oligoelementi più importanti nel corpo umano
Lo iodio è uno degli oligoelementi più importanti nel corpo umano

La biotina regola la secrezione di sebo, protegge la pelle dall’infiammazione, favorisce la guarigione delle ferite e previene lo scolorimento. Si trova spesso in creme e altri preparati antietà. Allo stesso modo, ci sono smalti per unghie con il suo contenuto e biotina per capelli sotto forma di balsami e shampoo.

Biotin
Immagine: Ratmaner | Dreamstime

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la biotina viene utilizzata non solo per la bellezza, ma anche per il corretto funzionamento del corpo nel suo insieme. È coinvolto nella produzione di insulina e nell’assorbimento del glucosio da parte delle cellule muscolari, che ha un grande impatto sul mantenimento di livelli adeguati di zucchero nel sangue.

La vitamina B7 è anche un componente del processo di formazione della protrombina, che a sua volta è responsabile della coagulazione del sangue. Infine, è coinvolta nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati e nella sintesi degli acidi grassi, che ha anche un impatto importante sul sistema digestivo.

Quando usare

Nonostante la disponibilità relativamente elevata di biotina negli alimenti e la sua sintesi nel nostro organismo, ci sono alcune persone che hanno indicazioni specifiche per l’integrazione. Si tratta principalmente di persone che notano i primi sintomi di una carenza, come il deterioramento di capelli, unghie e pelle o dolori muscolari.
L’arginina è un elemento chiave del metabolismo dell’azoto
L’arginina è un elemento chiave del metabolismo dell’azoto

Le persone che fumano, abusano di alcol e assumono antibiotici o anticonvulsivanti per lungo tempo sono particolarmente a rischio di carenza.

Inoltre, le persone con fenilchetonuria e malattie che interferiscono con l’assorbimento dei nutrienti possono avere livelli ridotti di questa sostanza. La biotina può essere utilizzata anche dalle donne incinte e durante l’allattamento, ma solo a piccole dosi, come raccomandato dal produttore dell’integratore.

2
Contenuto Condividere